fbpx

Img Infanzia

infanzia good morning brianza

CONDIVIDIAMO - Un nuovo modo di fare comunità: esperienza di cogestione e corresponsabilità tra genitori nella cura dei bambini

ULTIMA RENDICONTAZIONE

Periodo: 2-6 settembre 2019 (2 gruppi - 60 bambini)

In collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Carate Brianza, l’Associazione Genitori Romagnosi e l’Istituto Comprensivo G.D. Romagnosi di Carate Brianza.

Il progetto ha avuto come obiettivo principale la strutturazione di momenti di cura condivisa dei bambini in particolari periodi di chiusura della scuola, proponendo giornate di giochi e attività gestite dai genitori volontari con la presenza di educatori professionali. “Condividiamo” è quindi un'esperienza di cogestione e corresponsabilità tra genitori, che decidono di impegnarsi in prima persona per creare occasioni per i bambini di vivere uno spazio di socialità diverso e con diversi adulti di riferimento, ma anche opportunità per i genitori stessi di offrire le proprie competenze e disponibilità in un’ottica di scambio e condivisione con altri genitori. Gli adulti vengono accompagnati in questa esperienza da Il Mondo di Emma, grazie alla presenza di un educatore a tempo pieno per ciascun gruppo di massimo 30 bambini e al riferimento organizzativo di due coordinatori.

A ciascun genitore è richiesto di mettere a disposizione un numero minimo di ore di presenza sul gruppo per ciascun figlio iscritto (di solito 4 ore) e per ogni gruppo di 30 bambini è prevista la presenza di 1 educatore ed almeno 4 genitori. Questo permette alle famiglie di assentarsi dal lavoro per numero contenuto di ore, in un’ottica di conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura familiare.

Anche per l’anno 2019 il progetto si è svolto in alcuni spazi scolastici messi a disposizione dal Comune e dall’Istituto Comprensivo Romagnosi, con l’organizzazione di una gita di un giorno a Casa di Emma per ciascun gruppo, alcuni spostamenti sul territorio per lo svolgimento di alcune attività specifiche (una giornata per ciascun gruppo alla Baita degli Alpini di Carate, palestra di arrampicata a Triuggio), e la strutturazione di attività presso la scuola con il coinvolgimento di alcune realtà sportive territoriali (avvicinamento al jujitsu, laboratorio teatrale, attività di ciclo officina, dimostrazione con l’unità cinofila dei Carabinieri di Giussano

Come per le altre due edizioni precedenti, sono stati realizzati un incontro pubblico aperto alla cittadinanza di presentazione del progetto nel mese di maggio, due incontri rivolti ai genitori dei bambini iscritti nei mesi di giugno ed agosto, materiali informativi e moduli di iscrizione, l’elaborazione della turnistica dei genitori, i contatti con le realtà territoriali per la strutturazione dei laboratori da proporre ai bambini.

Grazie ai fondi raccolti, è stato possibile sostenere le seguenti spese:
📍 Figura educativa n. 1 e coordinamento operativo: una stessa figura educativa è stata impiegata sia per il coordinamento operativo delle iniziative sia per la presenza quotidiana con bambini e genitori, dalle 8 alle 16.30. Per quanto riguarda il coordinamento, la figura si è occupata di: predisporre i moduli di iscrizione, creare i gruppi e gestire la relativa turnistica dei genitori, coordinare le attività da proporre nelle giornate di svolgimento del progetto mantenendo contatti con l’associazione genitori e i vari specialisti che hanno proposto a titolo gratuito le attività, presenziare a tutti gli incontri con i genitori, mantenere i contatti con i genitori iscritti.
📍 Figura educativa n.2: l’educatrice è stata presente quotidianamente con uno dei gruppi, dalle 8 alle 16.30, più in alcuni momenti di riunione con i genitori;
📍 Figura di coordinamento generale del progetto: la coordinatrice generale si è occupata principalmente di tenere i rapporti con Amministrazione Comunale, Istituto Comprensivo e Associazione Genitori in fase di co-progettazione, organizzazione e realizzazione del progetto, della pubblicizzazione delle iniziative, della presentazione pubblica del progetto, delle procedure amministrative legate alle iniziative, della supervisione agli educatori e alla figura di coordinamento operativo, della presenza agli incontri con i genitori.

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

  • Dove

Istituto Comprensivo Romagnosi di Carate Brianza

  • Descrizione

“CONDIVIDIAMO” è un'esperienza di cogestione e corresponsabilità tra genitori, che decidono di impegnarsi in prima persona per trovare una soluzione alla gestione dei bambini della fascia d’età della scuola primaria in periodi di chiusura della scuola, offrendo ai propri figli e a se stessi un'esperienza nuova.
L’esperienza si svolge all’interno degli spazi della scuola, per facilitare l’accesso alle famiglie.
Durante l’anno scolastico si organizza l’esperienza nella settimana di settembre antecedente l’inizio della scuola (5 giornate) per due gruppi di bambini e durante le vacanze di Natale (di norma 3 giornate) per un solo gruppo.
Lo spazio di accoglienza è dalle 8 alle 16.30 e il numero massimo di bambini partecipanti per ciascun gruppo è 30.
A ogni famiglia è richiesta la copertura di uno o più turni di presenza coi bambini per un totale di almeno 4 ore per ogni figlio iscritto (o di quanto necessario al raggiungimento della copertura dei turni).
I genitori sono accompagnati in questa esperienza grazie alla presenza di un educatore a tempo pieno e di un riferimento per il coordinamento organizzativo.
L’esperienza offre vantaggi a due tipologie di beneficiari:

  • permette di accogliere i bambini in modo spontaneo e non troppo strutturato, dando loro la possibilità di imparare a conoscere adulti non della propria famiglia, di cui ci si può fidare, che possano diventare punti di riferimento
  • per i genitori il Condividiamo significa sperimentarsi nell'accudire insieme, condividendo fatiche e ansie, conoscendo e accettando modi anche diversi di stare con i bambini, sperimentare un modo di occuparsi dei bambini compatibile con altri impegni ma che al tempo stesso coinvolga in modo consapevole e in prima persona.

Grazie alla collaborazione instaurata negli anni con altre associazioni e/o gruppi sportivi del territorio, durante le giornate di accoglienza è possibile organizzare attività nuove ed interessanti per i bambini, sia presso gli spazi scolastici sia sul territorio.

L’organizzazione di 2 gruppi di 5 giornate a settembre e di 1 gruppo di 3 giornate in dicembre ha un costo di circa € 5.000, che comprende il costo del personale (educatori presenti durante le attività + attività di coordinamento generale, gestione turni ed iscrizioni, riferimento amministrativo) e dell’assicurazione.